articolo tages, love bombing, manipolazione, coppia
Love Bombing: la gabbia dorata della manipolazione“. Scopri di più nell’approfondimento della dott.ssa Marianna Cosco.

Nel 1995 la psicologa americana Margaret Singer descrive per la prima volta il love bombing come “una forma sistematica e vincolante di plagio che si esprime attraverso modalità gentili, lusinghiere e seduttive, manifestazioni di affetto, compagnia e attenzioni, da parte dei “piani alti” (spesso personalità carismatiche e astute: manager, guru etc.) di un gruppo, setta o associazione verso le sue reclute o neofiti, per affiliarli”.

Se inizialmente il termine si riferisce ad alcuni tratti della persuasione coercitiva ad opera di culti abusanti e psico-sette, nel tempo è stato utilizzato anche per descrivere una tattica strategica che ha il fine ultimo di attirare o mantenere qualcuno all’interno di una relazione.

Non si parla quindi esclusivamente di relazioni “amorose” ma di una modalità che caratterizza anche contesti lavorativi e aziendali, familiari ed amicali.

Non di rado è una strategia utilizzata con l’obiettivo della truffa economica.

Il love bombing è un continuo e costante “bombardamento” di complimenti, adulazione, affetto che il love bomber elargisce nei modi più disparati: regali, messaggi, interazioni social, appassionate dichiarazioni di amore e importanza. Una lusinga manipolativa per ottenere controllo, successo e un’ammirazione incrollabile da parte della vittima.

Ma qual è la differenze tra il love bombing e un amore genuino?

Il love bombing crea una versione idealizzata del love bomber. Tuttavia alle prime crepe di questo processo in genere sarà la vittima per prima a essere incredula e a sforzarsi di tornare a quella natura idealizzata perché oramai è già in atto un processo disfunzionale di dipendenza.

D’altra parte, l’amore genuino è in genere meno intenso all’inizio e rimane coerente nel tempo.

Il love bomber usa parole e frasi allettanti per agganciare immediatamente una vittima. Le frasi del love bombing possono essere esagerate e creare anche un certo disagio. Ma quel bombardamento d’amore farà sentire la vittima il centro dell’universo affascinandola e facendole credere che la relazione sarà perfetta.

Come si comportano i love bomber?

Un love bomber tende a parlare di sé, anche di cose molto private. Nel giro di poche ore di la vittima sarà già a conoscenza di tutti coloro che gli hanno fatto del male. Sebbene tale onestà possa sembrare ammirevole, si rivelerà come una forma di intimità non autentica.

Inoltre a questo punto anche la vittima si sentirà libera di condividere informazioni intime molto rapidamente per mantenere alto il grado di empatia e vicinanza.

Tale comportamento da parte del love bomber ha l’obiettivo di far credere alla vittima di essere l’unica a conoscenza del suo mondo segreto, con il fine di creare una connessione emotiva potente.

Desiderio di convalida costante

I love bomber richiedono alla vittima una costante rassicurazione e convalida di sé. Non importa quanto la vittima sia rassicurante, quanto faccia loro complimenti, per il love bomber niente è mai abbastanza. Si affidano completamente alla vittima per fortificare il loro senso di grandiosità e  autostima.

Appiccicosità

I love bomber sono appiccicosi, richiedono continuamente la presenza della vittima, chiamano, scrivono perché non possono stare da soli. Arriveranno messaggi del come sia noioso non stare insieme, e su come non sappiano divertirsi da soli. Richiedono all’infinito tempo e attenzioni. Vogliono sentirsi al centro dei pensieri e vogliono assicurarsi un’attenzione costante. Spesso a questo punto la vittima si ritrova a sperimentare un vero e proprio burn out all’interno della relazione.

Regali costosi

I doni possono essere un atto d’amore, ma possono anche essere strumentali ed emotivamente manipolativi. I love bomber con questa modalità faranno sentire la vittima in debito e di conseguenza avranno più potere e controllo all’interno relazione.

Immensa gelosia

I love bomber si arrabbiano quando la vittima vuole passare del tempo con familiari o amici, ma non solo, diventano gelosi del lavoro, delle passioni personali, degli interessi. La vittima può sperimentare una grande frustrazione ma anche un profondo senso di colpa. Mantenere un’autonomia personale è fondamentale. Per il love bomber la gelosia è manipolativa, perché costringe e restringe la libertà e annulla l’identità.

Eccessivi complimenti e attenzioni

I love bomber travolgeranno la vittima con complimenti costanti che poco avranno a che fare con una genuina gentilezza.

Rabbia

I love bomber possono reagire con rabbia quando vengono messi in discussione. Qualsiasi critica, anche la più gentile, può svelare le loro fragilità e quindi distruggere la facciata.

Mancanza di  responsabilità

I love bomber non ammettono mai i propri errori e spesso denigrano le relazioni passate trascinando i partner precedenti nel fango della calunnia definendoli pazzi o abusivi.

Può essere difficile riconoscere il love bombing. A volte le vittime sminuiscono quello che provano e spesso si sentono in imbarazzo per la paura di poter essere giudicate. A volte il dubbio su “è troppo bello per essere vero” riaffiora. Le relazioni abusive non sempre sono bianche o nere per questo può essere difficile riconoscerne la portata.

Con il love bombing, una persona è in grado di ottenere rapidamente il controllo e di manipolare la vittima per i propri bisogni e desideri egoistici.

Qualsiasi atto eccessivo di attenzione, regali fuori luogo, complimenti esagerati, tendenza all’isolamento al di fuori della bolla del love bomber sono segnali a cui prestare attenzione.

Ecco alcune strategie che possono aiutare a proteggersi dal love bombing:

Attenzione ai primi segnali

Riconoscere la propria vulnerabilità

Comprendere le caratteristiche di un rapporto sano

Mantenere un senso di “realismo” relazionale

Creare spazio e demarcare i propri confini personali

Parlare con un “outsider oggettivo”

Non tutti i narcisisti sono love bomber e non tutti i love bomber sono narcisisti. Perché allora un individuo utilizza il love bombing all’interno delle sue relazioni?

Ecco alcune spiegazioni:

Cultura familiare dell’affetto e dell’espressività
Questi individui possono essere cresciuti in famiglie o ambienti culturali che incoraggiano l’espressione di sentimenti di affetto o apprezzamento reciproco. Il loro intento può non essere né grave né dannoso, e probabilmente non percepiscono che la loro eccessiva  attenzione causa preoccupazione e disagio.


Profonda solitudine e desiderio di avere una relazione

Coloro che sono stati da soli per molto tempo e che desiderano avere un rapporto d’amore possono essere spinti da un sincero intento di amare e sperare di essere ricambiati nel sentimento. Il loro livello intenso di attenzione può essere un modo di tenere vicino il partner per la paura di perderlo. Questo però può sovrapporsi con l’avere uno stile di attaccamento insicuro, e forse una tendenza a creare relazioni co-dipendenti. Di solito non c’è uno sforzo calcolato per ingannare o influenzare, ma piuttosto un forte bisogno di attaccamento.


Desiderio di tenere “in attesa” mentre decidono se vogliono un rapporto duraturo

Questo motivo può sovrapporsi ad uno stile di attaccamento evitante, il che significa che il love bomber cerca una relazione sicura e stabile, ma è esitante ad essere emotivamente vulnerabile. L’attenzione tiene “in osteggio” ma non riflette la disponibilità ad un impegno coerente e reciprocamente amorevole.

Desiderio di manipolare, influenzare o approfittare

Questo è il motivo più grave e comprende il love bombing che viene esercitato dal narcisista, dal sociopatico o dalla persona con disturbo borderline di personalità.

Marianna Cosco, Tages, Centri Clinici Tages

BIBLIOGRAFIA

  • Harrison, Marissa A. and Shortall, Jennifer C. (2010). Women and Men in Love: Who Really Feels It and Says It First? The Journal of Social Psychology.
  • Lippi, R. (2024). Love bombing. Il codice segreto della manipolazione (2024) .Rizzoli
  • Singer, M. T. & Lalich, J. (1995). Cults in our midst: the hidden menace in our everyday lives. Wiley.
  • Stranieri, G., De Stefano, L., & Greco, A. G. (2021). Pathological narcissism. Psychiatria Danubina, 33(suppl 9), 35-40.
  • Strutzenberg, C. (2016). Love-bombing: a narcissistic approach to relationship formation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *